24 luglio

Cinche cunfiette e ‘na cunchiglia ‘e marmo
nu bigliettino ca’ ferisce ‘o core
Patrizia e Franco 24 Luglio
meglio si foss’ muorto chillu juorno
chisti cunfiette m’hanno avvelenato
pecchè me l’he mannate che cirche ancor a me
lassame mieze ‘e lacrime ‘e stu dulore mio
sì me diciste addio che me turmiente a fa lassame sta
nun mettere cchiù spine ‘ncopp”a croce
ca’ già trascino a stiento senza ‘e te.
‘Ncopp”a ‘na strada ‘o 24 ‘e Luglio
sott”a ‘nu sole che appicciave ‘e vene
je te chiammave disperatamente
ma tu spusave indifferentemente
lassame mieze ‘e lacrime ‘e stu dulore mio
sì me diciste addio che me turmiente a fa lassame sta
nun mettere cchiù spine ‘ncopp”a croce
ca’ già trascino a stiento senza ‘e te
‘ncopp”a ‘na strada ‘o 24 ‘e Luglio
je sò rimasto sulo e senza ‘e te