Ammore busciardo (monaca santa)

Nun te sì chiusa cchiù dint”o cunvento
nun te sì fatta cchiù monaca santa
che m’ho faciste a ffà ‘stu giuramento
chello ca tu giuraste fuje ‘nu cunto
diciste sì turnasse chist’ammore
sultante a Dio ce dongo chistu core
ammore mio busciardo ammore mio
nun te sì fatta cchiù monaca santa
e chiagne chiagne moro io moro senza ‘e te
io moro senza ‘e te.
comme può ddì ‘stu sì ‘ncoppe all’altare
comme te può scurdà do’ primmo ammore
miettete ‘ncuollo te ‘nu manto niro
‘o ghiuorno ca’ tu spuse io me ne moro
sò stato priggiuniero e so’ turnato
e chiagno ancora ‘a povero surdato
e chiagne chiagne moro io moro senza ‘e te
io moro senza ‘e te.