‘O cavalluccio russo russo

Cammina ‘o vicchiariello chiano chiano sotto ‘o sole
e tira ‘a carrettella chiena e tanta cianfrusaglie
ritratte ‘e nonne campane ‘e vitre
tutt”e ricorde truvate abbandunate
dint”e viche for”e porte
‘nu cavalluccio ‘e pezza mò è spuntato
‘a sotto ‘a ‘na ghirlanda ‘e sciure ‘e carta
tutt’ammaccato e cu’ ‘na recchia sola
me guarda e pare ‘e dicere chiagnenno
vulevo n’atu poco ‘e cumpagnia
d”o guagliunciello ca’ s”è fatto gruosso
ma chillo m”ha jettato miez”a via
povero cavalluccio russo russo.
Penzanno ‘a tantu bene già scurdato
suspira ‘a pazziella sott”o sole
e ‘mieze ‘a chest”i ccose arravugliate
se vede ca’ pur’essa adda murì.