Piccerella

  •     PICCERELLA (Mendes – Falcocchio 1956)

L’ammore, sì signore, è ‘na sciocchezza
È debolezza e non ci cascherò
Chi s’annammora perde l’allegrezza
E con certezza mai mi sposerò
Ma ‘na matina a Napule, ‘ncopp a ‘na fenestella
Che zzucchero ‘e cannella steva llà!
Teneva ‘na vucchella piccerella piccerella
Teneva ‘nu nasillo piccirillo piccirillo
Teneva ‘na faccella ca pareva ‘nu bignè
Ed era tutta bella, bella, bella, bella be’
Duje uocchie ca parlavano, ridevano, cantavano
Ma mentre me guardavano, cucevano, abbruciavano
E s’appicciaje ‘stu core
Ma ‘stu ffuoco non vò passà
E manco ch’ ‘e pumpiere chistu core se stutarrà
Ah, ah, ah, i che m’ha fatto fà
Ah, ah, ah, i che m’ha fatto fà
E ‘na vucchella piccerella
E ‘nu nasillo piccirillo
‘Nu nasillo e ‘na vucchella piccerella piccerè
E la vucchella subito…