Ciucculatina mia

  •     CIUCCULATINA MIA (G. Pisano – G. Cioffi 1934)

Io n’aggio visto femmene, ma tu nu si ‘na femmena
Tu si ‘na venere, tu si ‘na venere quanno te veco nun ragiono cchiù
‘Sta faccia d’angelo me’ fa svenì, sta vocca ‘e fravula, me fa murì.
Tu si na sfugliatella di Caflisce, si capisce,
Sei bellissima, sei dolcissima, sei squisita come un bombon,
Sei zucosa comè un babà fatte spusà! Ciuculatina mia.
Tutte giurnale parlano ca si ‘a cchiù bella ‘e Napule,
Che si’ na bambola, che si’ na bambola.
Tutte pitture te vonno pittà…
Nu miliardario ‘mpazzuto ‘e te, vene ‘a ll’America pe te vedè.
Tu si na sfugliatella di Caflisce, si capisce,
Sei bellissima, sei dolcissima sei squisita come un bombon,
Sei zucosa comè un babà fatte spusà!
Ciuculatina mia.
Si tu sentisse ll’uommene pa strada che te diceno
Quanno te…